Le lame in zaffiro utilizzate durante il processo di scanalatura nel metodo FUE hanno consentito l’apertura di canali più piccoli rispetto ai coltelli in acciaio, con un effetto positivo sul processo di guarigione.

I canali aperti con punta in zaffiro sono superiori agli altri apricanali. Nella tecnica con punta in zaffiro, il trauma tissutale è trascurabile. Non ha problemi di circolazione ed è anche antibatterico per la sua rugosità superficiale.